Perché non riesco ad ottenere ciò che voglio?

09/01/2020 | Balbuzie | 0 commenti

Perché è importante sapersi mettere un obiettivo

Chissà quante volte te lo sarai chiesto… Quando c’è un problema o si vuole cambiare una situazione, può capitare di cadere nello sconforto, di mettersi dei buoni propositi (puntualmente rimandati) oppure di perdersi in sogni ed illusioni.

“A settembre mi metterò a dieta”
“L’anno prossimo vorrei fare un viaggio”
“Vorrei cambiare lavoro ma non ci riesco”
“Ho tanti progetti ma non concretizzo mai nulla”

Questi sono alcuni esempi di frasi tipiche che portano quasi inevitabilmente alla procrastinazione e alla frustrazione che si prova quando ciò che desideri non si realizza.
ALLORA COME SI FA AD OTTENERE CIÒ CHE SI VUOLE? La risposta è semplice: METTITI UN OBIETTIVO!

Ciò che permette all’essere umano di sopravvivere, muoversi ed evolvere è un funzionamento per obiettivi.

Schematicamente il concetto di obiettivo comporta la presenza di 4 elementi:

  1. Uno stato presente che si vuole modificare/risolvere
  2. Uno stato desiderato che sostituisca l’attuale
  3. Le operazioni per passare dal primo al secondo
  4. Un test per verificare il risultato delle operazioni: il raggiungimento dello stato desiderato

Preso atto di ciò, gli step da seguire per far si che la probabilità di riuscita siano alte sono i seguenti:

  1. L’obiettivo deve essere personale e mantenuto sotto la propria responsabilità; Dipende solo ed esclusivamente da te, per questo inizia a chiederti: cosa voglio? Chi lo vuole veramente? Da chi dipende raggiungerlo? Quali risorse ho per raggiungerlo?
  2. L’obiettivo deve essere espresso in termini positivi; Anziché dire “non voglio più vivere in questa situazione” è più funzionale dire “Voglio trovarmi in
    una situazione migliore”. Questo rafforza la determinazione nel raggiungimento dell’obiettivo desiderato.
  3. Specifico e misurabile; Per ottenere un risultato è necessario specificare in termini di quantità, di tempo per raggiungerlo e per quanto tempo lo si vuole. L’essere misurabile permette di capire dopo se il risultato sperato è stato raggiunto o meno e quanto dista dalla meta.
  4. L’obiettivo deve essere realizzabile e verificabile; è inutile fantasticare e perdere tempo a desiderare un qualcosa che non si può realizzare, IL CAMBIAMENTO PERCHÉ SIA VERO DEVE ESSERE REALE.
  5. L’obiettivo prevede la rinuncia a vantaggi secondari, il raggiungimento di ogni obiettivo comporta la perdita di qualcosa e un prezzo da pagare; Se decidi di cambiare è bene che sia consapevole delle difficoltà che tale cambiamento comporta, affinché eviti in un secondo momento di recriminare ciò a cui hai dovuto rinunciare.
  6. L’obiettivo deve essere ecologico; non deve danneggiare il tuo l’equilibrio di individuo come tale né il sistema delle tue relazioni e con l’ambiente circostante.

Ricordati che l’obiettivo non riguarda l’identità ma l’azione, non ha a che vedere con l’essere ma col fare.Essere felice non è un obiettivo, fare alcune cose che possono indurci in uno stato di felicità potrebbe essere un obiettivo!

“Per avere successo occorrono soltanto due cose:
1. Decidere esattamente cosa si vuole
2. Stabilire il prezzo che si dovrà pagare per ottenerlo”

Brian Tracy

Vinci la balbuzie con la PNL

L’ingegneria neuro-linguistica al servizio della parola

Articoli correlati

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This