Balbuzie: i 3 esercizi della consapevolezza

09/01/2020 | Balbuzie | 0 commenti

Se per allenare i muscoli bisogna andare in palestra, per la comunicazione funziona più o meno allo stesso modo; grazie a questa serie di esercizi potrai prendere consapevolezza, acquistare fiducia e sicurezza in modo da avere un maggiore controllo della situazione. Prima di fare qualsiasi altra cosa è necessario che prenda consapevolezza della tua situazione, in modo da potere essere più sicuro e tranquillo nel tuo percorso di crescita.

Quindi ,ecco quali solo i 3 step principale della consapevolezza:

1. Ascolta gli altri

Nessuno parla perfettamente. Secondo le statistiche, i balbuzienti, rappresentano circa l’1% della popolazione. Questo dato potrebbe farti pensare che il resto della popolazione parla perfettamente…
Ma non è così! Ascoltate attentamente gli altri quando parlano; sarete sorpresi dal fatto che nessuno ha un eloquio perfetto e senza indugi: Alcuni faticano ad esprimere un concetto, altri hanno difficoltà a trovare la parola giusta, altri ancora non hanno un vocabolario così ricco per poter esprimere tutto ciò che desiderano.

Con questo esercizio potrai notare che:

  • Non siete balbuzienti in mezzo ad una popolazione che parla perfettamente. Soltanto balbettate più della media
  • Parlare perfettamente è un obiettivo difficile anche per un “non balbuziente”
  • Renderti conto che tutti balbettano lievemente cambierà la tua percezione della balbuziente

Ricorda: L’obiettivo è ridurre la balbuzie ad un livello accettabile e non sradicarla completamente.

2. Non siete i soli

“Perché proprio a me?” Chissà quante volte te lo sarai chiesto. Essere balbuziente non è sicuramente piacevole, ma sei sicuro che gli altri non abbiano alcun motivo per lamentarsi?
Osserva le persone mentre camminano per strada, mentre sei con gli amici e più in generale nella quotidianità: ti accorgerai che quasi tutte le persone hanno degli aspetti di sé che non tollerano e che vorrebbero cambiare.

Secondo un indagine di una nota rivista di psicologia, 2 italiani su 3 non si piacciono e vorrebbero cambiare qualcosa di sé: Chi vorrebbe essere più bello, chi più sicuro, chi vorrebbe essere più equilibrato ecc..
Quindi lo scopo di questo esercizio, non è di essere cattivo e guardare i difetti altrui, perché tutte le persone che incontrate sono belle persone, malgrado tutte le imperfezioni sono tutti esseri umani belli così come sono. Ciascuno porta il suo fardello, più o meno visibile; nel loro caso è un altra cosa e non sono sicuro vorreste fare, cambio rischierete di perderci!

Quindi, ciascuno nella sua imperfezione è perfetto!

3. Accettate la balbuzie

L’accettazione della balbuzie è una tappa essenziale verso il buon eloquio, molti si vergognano della loro condizione. La balbuzie non è una malattia vergognosa ma semplicemente un modo di parlare strano e inconsueto. Non significa che sei incapaci, e per questo motivo il tuo immenso valore di persona rimane immutato. Gli altri non percepiscono la vostra balbuzie come una prova di stupidità. La percepiscono per quello che è: un modo strano e inconsueto di parlare.

Quindi si onesto con te stesso e accetta il fatto di balbettare, parlane con le persone care e chiedi loro cosa ne pensano. Una volta accettato il fatto di balbettare potrai vedere in modo più obiettivo il tuo
modo di parlare e trarre profitto dall’esperienza. Percepirai anche la balbuzie in termini meno personali ed avrai un effetto positivo sull’autocontrollo. Sapendo e accettando il fatto di balbettare sarai meno angosciato all’idea di balbettare e di conseguenza più sicuro e sereno.

“Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.
Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura.”

Sun Tzu

Vinci la balbuzie con la PNL

L’ingegneria neuro-linguistica al servizio della parola

Articoli correlati

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This